Riccardo Rosato

Riccardo rosato 2

Riccardo Rosato (Lanciano, 1994) ha conseguito la laurea in Economia e Management (110 e lode) all’Università Commerciale Bocconi di Milano, città dove studia e risiede.

Ha studiato violino e pianoforte all’Accademia Musicale Pescarese, ed ha suonato in convegni di musicologia a Chieti e ad Helsinki. Ha svolto anche attività teatrale, esibendosi come protagonista in diversi spettacoli in vari spazi teatrali pescaresi. Ha frequentato il corso di acting e regia cinematografica presso la RoFilmLab, apparendo in alcuni cortometraggi, in qualità di attore e di doppiatore.

Ha pubblicato il volumetto Poesie di tutte le cose, Alfredo Padovano Editore, Pescara 2000, e il racconto giallo L’eredità del gatto, Edizioni Tabula, Lanciano 2005.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato Le trame quotidiane (Collana «Poesia», 2017).

Giuseppina Michini

foto giusi michini

Laureata in Beni culturali e ambientali con specialistica in Storia e tecniche delle produzioni artistiche e artigianali presso l’Università degli Studi dell’Aquila.

Ha dedicato particolare attenzione alla ricerca archeologica degli acquedotti antichi dell’aquilano. Fa parte dell’antologia Poesia e narrativa contemporanee (edizioni Tracce, 2010). Continua a leggere

Victor Munteanu

vm

Victor Munteanu (1954, Bălăușești, Romania) è laureato in Giurisprudenza. Esordisce nel 1981 con alcune poesie sulla rivista Flacara, inaugurando un intenso percorso di scrittura. È infatti autore di numerosi libri di poesia tra i quali Prier (1987, premio di esordio in volume), Vești la marginea acoperișuluiNotizie sull’orlo del tetto (1993, premio nazionale “Lucian Blaga”), Locuință pentru un strigăt – Dimora per un grido (2004), Rănirea vederii. – Ferire la vista, antologia di poesia (2010, premio dell’Unione degli Scrittori della Romania), Continua a leggere

Antoni O’ Breskey

.

BRESCHI 2

Foto di Milena Giacomazzi

Antoni O’ Breskey, compositore, pianista, scrittore ed esperto in pedagogia musicale.
La rivista Hot Press di Dublino nel 1994 lo definisce “un genio per il quale non esistono frontiere e la cui originalità lo rende uno dei musicisti più innovativi che abbiano mai spaziato in qualsivoglia genere musicale” e a proposito del suo lavoro Orekan-The Ethnic Symphony dice: “Ci aiuta a riscoprire le nostre radici e ci fa intravedere Continua a leggere

Anacleta Camaioni

anacleta camaioni

Anacleta Camaioni nasce a Giulianova (TE) e vive a Villa Rosa di Martinsicuro. Si forma a Torino in Psicoterapia. Pubblica numerose opere, tra cui Lettera a Felicina (Firenze Libri, 1997) e la raccolta di poesie Villarosa (Edizioni Sestante,2001). I racconti Una favola nuova da raccontare e A bordo strada vengono rappresentati in teatro. Riceve diversi premi, tra cui nel 2015 il Premio Histonium per la
silloge Nostalgica mancanza e l’anno successivo per il racconto Una favola nuova da raccontare. Sempre nel 2016 il Premio Fucecchio per il racconto La siciliana. Nella sezione Racconti inediti del Premio John Fante 2015, la sua opera Una sbornia di parole e di vino ottiene il premio della giuria popolare.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato Il mio Dio (Collana «Gli occhi del pavone», 2017).