Vincenzo Guarracino

index

VINCENZO GUARRACINO, poeta, critico letterario e d’arte, traduttore, è nato a Ceraso (SA) nel 1948 e vive a Como.

Ha pubblicato, in poesia, le raccolte Gli gnomi del verso (ER, Como 1979), Dieci inverni (Book Editore, Castel Maggiore, 1989), Grilli e spilli (Fiori di Torchio, Seregno, 1998), Una visione elementare (Alla Chiara Fonte,Viganello, Svizzera, 2005); Nel nome del Padre (Alla Chiara fonte, Viganello, Svizzera, 2008); Baladas (in lingua spagnola, Signum, Bollate, Mi, 2007); Ballate di attese e di nulla (Alla Chiara fonte, Viganello, Svizzera, 2010). Continua a leggere

Francesca Pansa

Francesca  Pansa  vive a Roma. Ha curato antologie di poesia e narrativa, un volume sui sogni e un libro su Umberto Eco. Ha ideato e realizzato Le fate sapienti e Le fatine sapienti (Salani), calendari letterari al femminile, l’agenda La cosa che piace per Giunti. E, inoltre,  i reportage Un mondo perfetto (Sperling& Kupfer)  e Voglio tornare a vivere nella mia casa (Piemme) con i piccoli terremotati d’Abruzzo, il romanzo Ti porto sempre con me (Bompiani), i racconti Donne che odiano gli uomini (Mondadori) , vari taccuini tematici tra cui Mamme e Il principe azzurro non esiste (Newton Compton).

In tutte le sue attività è costante l’interesse e l’impegno per la storia, la cultura e il costume delle donne.

In  Rai ha lavorato dal 1984 come consulente e autore di programmi e testi al GR3 cultura, al DSE, a RAI INTERNATIONAL,  RAISAT, RAIUNO (Casaraiuno, come opinionista), RAICINEMA, ancora in radio (Bravo chi legge, RADIO 3).

Per la Di Felice Edizioni ha curato l’antologia Figli (collana “Il Gabbiere”, 2018).

Donato Loscalzo

42823493_1773513972774526_4360485493092122624_n

DONATO LOSCALZO, docente di Lingua e Letteratura greca l’Università degli Studi di Perugia, alterna agli studi di filologia classica l’interesse per la poesia. Ha studiato in particolare la lirica greca arcaica e il teatro classico ateniese e ha composto varie sillogi poetiche, tra le quali Memórias e outras histórias em versos diversos (Lisbona, 2001), L’amore invece (Perugia, 2015) e Bastano i sassi (2017). Sostiene l’idea che la poesia non può prescindere da un impianto ritmico riconoscibile.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato la raccolta di poesie dietro l’estate (Collana «Il gabbiere», 2018).

“L’attesa della felicità” di R. Michilli

Una interessante nota di Fabio Brotto sul romanzo “L’attesa della felicità” di Roberto Michilli.

Elio ha 59 anni, e da due è vedovo. È un uomo colto, un professore universitario, che da anni sta scrivendo un saggio su Stendhal. Lo vediamo all’inizio arrivare in una località termale, che ha frequentato per anni con la moglie. Là ritrova un suo amico, che ha tre anni più di lui, la di lui bella moglie cinquantenne e la loro bella figlia trentenne (sposata). Là conosce anche una bella giovane ex modella venticinquenne (sposata), e avrà a che fare giornalmente con una bella massaggiatrice quarantenne. Insisto sull’aggettivo bella, perché quello della bellezza delle donne nei romanzi è da sempre… Continua a leggere.