Rolando D’Alonzo

rolando

Rolando D’Alonzo sin da giovane si è dedicato alla letteratura, al teatro e al cinema. Negli anni ’70 ha dato vita al Gruppo dell’Est, con i fratelli Allegrini, pubblicando il racconto-antologia Gli ultimi poeti della strada (1973) e curando il periodico alternativo Quaderni della Malora.

Vari suoi radiodrammi e originali televisivi sono andati in onda sulle reti della RAI Radiotelevisione italiana.

Tra i suoi drammi e commedie rappresentati ricordiamo: Nessuno per Itaca, Diario di casa, Ritratto con eco, Dardanidi, La notte azzurra, Lo specchio magico, L’amor fugace, Oceano, Le rose di Santa Maria, Ritorni, L’angelo di neve.

Ha esordito nella narrativa con il racconto Una lunga stagione (1972), finalista al Premio Nazionale Gravina per la letteratura meridionale.

Altre opere di narrativa: Osman il turco (1999), Estate (2001), Tridollars (2013), La misura del cielo (2019).

Per la poesia ha pubblicato: Fancy hand (1983), Navigazioni (1991), Corollina (1993), Per acqua (1995), Kreuzberg (2012), Mitologia minore (2014), Lune (2015), Mane (2018).

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato il romanzo La misura del cielo (Collana “Gli occhi del pavone”,  2019).

Angelo Gaccione

Angelo Gaccione è nato a Cosenza. Narratore e drammaturgo ha pubblicato numerosi libri di saggi, racconti, aforismi e testi teatrali. Fra i più noti ricordiamo: Il sigaro in bocca, Manhattan, Disarmo o barbarie (assieme a Carlo Cassola); L’immaginazione editoriale – Personaggi e progetti dell’editoria del secondo Novecento – (assieme a Raffaele Crovi); il best seller Lettere ad Azzurra, La striscia di cuoio.
A Milano ha dedicato quattro libri di successo: Milano, la città e la memoria; La città narrata (tre edizioni); Poeti per Milano; Milano in versi. Dopo un lungo silenzio editoriale, nel 2013 Gaccione ha pubblicato tutto il suo teatro in un unico volume Ostaggi a teatro. Testi teatrali 1985-2007 in cui compaiono testi come Tradimenti, La Porta del Sangue, Stupro, Dal fondo, Pathos, Single, Hermana, La sedia vuota, La seduta, ecc.; e un’elegante edizione aggiornata di Milano città narrata per mesi fra i libri più venduti dedicati a Milano. Nel 2016 ha pubblicato una raccolta di riflessioni e aforismi molto taglienti sotto il titolo Il lato estremo, e ha curato con Giorgio Colombo Intervista a Pier Paolo Pasolini. Torino 1961. Nel 2017 in occasione del centenario della nascita dello scrittore ha curato il carteggio inedito Cassola e il disarmo. La letteratura non basta, con Federico Migliorati e dato alle stampe la raccolta di fiabe L’orologio di mastro Hanus. Nel 2018 è uscita la raccolta poetica Lingua mater, apprezzata dai più noti poeti italiani. Per il suo impegno civile gli è stato conferito il Premio alla Virtù Civica. Vive e lavora a Milano, dove da sedici anni dirige il giornale di cultura “Odissea” a cui collaborano prestigiose firme della cultura italiana ed internazionale.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato L’incendio di Roccabruna (Collana “Racconti Zeta”, 2019).

Anna Maria Bonfiglio

Anna Maria Bonfiglio, giornalista pubblicista, risiede a Palermo dove svolge attività culturale in ambito letterario. Ha collaborato con i settimanali del gruppo Rizzoli, Mimosa e GVE, con i mensili SiciliaTempo e Insicilia, con la rivista Silarus e con molti altri periodici. Ha pubblicato nove raccolte di poesia, i romanzi brevi La verità nel cuore
e Scelta d’amore e i saggi: A cuore scalzo – La vita negata di Antonia Pozzi (CFR Edizioni), La vicenda di gioia e di dolore nell’opera di Camillo Sbarbaro (CFR edizioni) e Maria Messina in Figure femminili del Novecento (Edizioni Ulite). Sue poesie e articoli di letteratura sono reperibili in vari siti web.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato Il profumo del mandorlo (Collana “Racconti Zeta”, 2019).

Francesco Cusa

FC_web05

Francesco Cusa (catania, 1966) è batterista e compositore. Da sempre interessato all’interdisciplinarità artistica, è anche scrittore di racconti, romanzi e poesie tra cui Novelle Crudeli, Ridetti e Ricontraddetti, Racconti Molesti editi da Eris Edizioni e Carthago, Canti Strozzati edito da L’Erudita-Giulio Perrone Editore, Stimmate e Il Surrealismo della Pianta Grassa editi da Algra Editore, Amare, Dolci Pillole edito da Fotocopie.

Ha pubblicato diversi articoli di musicologa e di critica cinematografica presso molte riviste specializzate. Nel corso della sua carriera ha realizzato numerosi lavori di creazione e sonorizzazione di musiche per film, teatrali, letterari, di danza e arti visive, collaborando con noti ballerini, poeti e visual performers.

La sua voce è presente nel Dizionario del Jazz Italiano a cura di Flavio Caprera.

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato Nei dintorni della civiltà (Collana “Note di rinascenza”, 2020).

Roberto Kunstler

foto bio rk