Giuseppe Rosato

rosato1

Giuseppe Rosato (Lanciano, 1932) ha insegnato Lettere e ha lavorato per la RAI, collaborando a varie rubriche. Ha pubblicato numerose raccolte di versi in lingua, da L’acqua felice (1956) a quelle del Duemila, tra le quali: L’inganno della luce (2002), La distanza (2010), Le cose dell’assenza (2012), Conversari (2014); e in dialetto: La cajola d’ore (1956), Ecche lu fredde (1986), L’ùtema lune (2002), La ’ddòre de la neve (2006), Lu scure che s’attonne (2009), La nève (2010), È tempe (2013). Ha ottenuto premi letterari, dal “Carducci” (1960) al “Pascoli” e “Frentano d’oro” (2010).

Per la Di Felice Edizioni ha pubblicato Il mare (Collana «Il gabbiere», 2016) e la raccolta di articoli Viva la guerra e altre parole perdute (Collana «Gli occhi del pavone», 2018)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...