La voce di un africano caduto dal cielo (dal quotidiano “La città”, del 13 settembre 2014)

ANTEPRIMA: sul quotidiano La Città del 13 settembre, la nota introduttiva di Alessandra Angelucci al libro “Un africano caduto dal cielo” di Fathi Hassan.
Con questo volume si inaugura la collana d’arte “Fili d’erba”, diretta dalla stessa Angelucci.
La collana Fili d’erba si inaugura con un volume che accoglie l’intimismo di chi ha conosciuto la solitudine, «l’età dei figli smarriti», la condizione del passaggio, quando è chiaro solo il punto di partenza perché la meta è mutevole come l’aria.
La voce di Hassan si fa contenitore di memoria e non importa se il tempo che scandisce il ricordo è quello dell’uomo, dell’elefante o dell’onda che tutto copre: quando un africano cade dal cielo, leva le braccia verso l’alto e affida al vento la melodia della parola. (Dalla  nota introduttiva a “Un africano caduto dal cielo”)
fathi_lacittà_13 settembre 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...